Che differenza c’è tra Psicologo, Psicoterapeuta e Psicanalista?

Questa è una delle domande più frequenti; spesso, nell’immaginario collettivo, queste figure professionali si sovrappongono in modo confuso.

In modo generico si potrebbe affermare che psicologo, psicoterapeuta e psicanalista siano delle figure professionali, il cui compito sarebbe quello di sostenere e guidare il proprio paziente nell’affrontare disagi di tipo psichico, ma con metodi e strumenti diversi.

Una semplice descrizione sarà utile a chiarire eventuali dubbi:

  • PSICOLOGO: è un professionista, laureato in Psicologia (laurea vecchio ordinamento con durata di 5 anni, o laurea nuovo ordinamento 3+2), che ha svolto un tirocinio post laurea di una anno e, successivamente, ha superato l’esame di stato che consente l’iscrizione all’Ordine degli Psicologi (Albo sezione A) e, quindi, l’abilitazione alla professione (senza iscrizione all’Albo non si è abilitati all’esercizio della professione di psicologo). Questa figura fornisce un aiuto basato su: colloqui di consulenza, valutazione diagnostica, sostegno e riabilitazione; i suoi interventi non possono e non devono configurarsi come terapia, ma come consulenza e/o sostegno. La terapia, per essere esercitata richiede conoscenze e strumenti specifici,  che possiede solo chi ha una specializzazione in Psicoterapia, ovvero lo Psicoterapeuta
  • PSICOTERAPEUTA: questo figura professionale può essere rivestita sia da un Medico che da uno Psicologo, che, dopo la laurea, in Psicologia o in Medicina, e dopo l’iscrizione ai rispettivi Ordini professionali, ha frequentato una Scuola di Specializzazione quadriennale in Psicoterapia, riconosciuta dallo Stato (MIUR), al termine della quale accede all’Elenco degli Psicoterapeuti del proprio Ordine. La psicoterapia, che può variare in base ad indirizzi specifici (indirizzo psicanalitico, cognitivo-comportamentale etc…) utilizza, principalmente, come strumenti elitari, la relazione, l’ascolto e la parola, ed in base al proprio orientamento teorico si avvale di diverse tecniche. Ciò significa che i terapeuti lavorano in modo differente, cioè fanno riferimento al proprio indirizzo ed orientamento teorico. Lo Psicoterapeuta ha la capacità di intervenire sui disturbi psichici, anche cronici; tratta i disturbi della personalità, eventuali traumi psicologici, permettendo la crescita dell’individuo. Chi soffre, per esempio, di invalidanti disturbi di ansia, di alimentazione, dell’umore può rivolgersi ad uno Psicoterapeuta
  • PSICANALISTA: lo Psicanalista è uno Psicoterapeuta, per meglio specificare è colui che si è formato/specializzato presso una di quelle scuole di Specializzazione quadriennali, come quella ad indirizzo junghiano, freudiano etc…, che traggono origine dal mondo della psicanalisi. La psicoanalisi, come metodo terapeutico, si basa sui concetti che riguardano i processi mentali inconsci originariamente elaborati da Sigmund Freud e successivamente  sviluppati, nel tempo, da un numero considerevole di altri analisti. Essa presta particolare attenzione, durante il percorso terapeutico, al far emergere e ad integrare, con il resto della personalità, quei contenuti inconsci, presenti in ognuno di noi, necessari a garantire il raggiungimento di un soddisfacente equilibrio psichico. Più semplicemente, si può affermare che la distinzione, tra psicanalista e psicoterapeuta, sia: tutti gli psicanalisti sono anche psicoterapeuti, mentre non tutti gli psicoterapeuti  sono psicanalisti
Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>